Un nuovo blog: le news condivise da Technoburger Scrivi un commento!

Un nuovo blog: le news condivise da Technoburger

Probabilmente chi di voi abbia visitato di recente l’home page di Technoburger se ne sarà già accorto: ho aperto il blog delle “news condivise”, in cui segnalerò velocemente, con un breve commento personale, quelle notizie (o articoli di altri blog) che ritengo sì interessanti, ma di cui non riesco a farne un intero articolo su questo blog principale.

I temi trattati saranno quelli già visti su questo blog. I termini più usati (finora): , , , e .

Essendo un possessore di due “netbook” (messo tra virgolette perché sembra che non si possa dire più), ho anche approfondito un po’ il discorso sui dischi SSD (i quali sembrano promettere bene, per il futuro: se siete interessati, vi rimando agli articoli:

  1. Intel abbassa i prezzi dei suoi SSD (serie X-25M e X-25E)
  2. Accoppiamento induttivo e dischi SSD? Consumi minori e più capacità!).

Ma perché ho deciso di riportarli in un sotto-blog, piuttosto che pubblicarli qui (visto che i temi trattati, gira e rigira, sono sempre gli stessi)?

Il motivo è semplice: non volevo riempire il vostro feed reader (o le vostre caselle email) con una mole maggiore di articoli di quanto vi avessi abituato finora. :) In questo modo, chi non vorrà leggerli non dovrà fare nulla… se non rimanere sintonizzato sul vecchio feed! ;)

Chi di voi invece è interessato a leggere le mie “segnalazioni”, può:

Nota: il feed delle news non riporta gli articoli di questo blog principale (per cui, dovrete iscrivervi ad entrambi).

La stessa cosa viene fatta anche da blog famosi (per esempio, la pagina Espresso di Pollycoke - che ha scelto un’altra soluzione per non “infastidire” i lettori), e prende il nome di “Newsmastering“. In questo caso, il Newsmastering con Wordpress sfrutta 3 componenti: Google Reader, Yahoo Pipes, Wordpress e il suo plugin FeedWordpress.

Con questo post non voglio dare altri dettagli tecnici: sto studiando come ottimizzare e automatizzare il più possibile il “flusso”… e appena otterrò qualcosa di significativo, prometto che condividerò tutto su queste pagine. ;)

Preannuncio solo una cosa: il lavoro di pubblicazione viene semplificato molto da un plugin su cui sta lavorando. Questo plugin compie in automatico (per adesso) le seguenti operazioni:

  • Inserisce in automatico, in fondo al post, il link alla fonte;
  • Invia alla fonte un trackback automatico (pingback) - in questo modo il nostro intervento verrà riportato nell’articolo originale (e il nostro post diventa un “commento a distanza”)
  • Inserisce un tag more automatico, se non presente nel post (è utile, perché Google Reader non permette di aggiungerlo).

Per adesso i post non vengono pubblicati automaticamente, ma salvati come bozze: devo revisionarli uno ad uno, ma solo per aggiungere tag e categorie. Il mio obiettivo, ovviamente, è quello di selezionare in automatico anche loro. ;)

Articoli simili:

Se questo articolo ti è stato utile, segnalalo sul tuo sito! Puoi inoltre seguire comodamente gli aggiornamenti di Techlog tramite il feed RSS; infine puoi lasciare un commento se ti serve aiuto (o anche solo per un saluto); anche qui non serve registrarsi (sono abilitati anche i commenti anonimi; l'E-Mail serve, eventualmente, per ricevere le notifiche delle nuove risposte). ;-)

3 Responses to “Un nuovo blog: le news condivise da Technoburger”

  1. Francesco Says:

    Sono pienamente d’accordo con te per quanto riguarda la mole di articoli destinati ai lettori.
    Non sopporto quei Blog che pubblicano 50 articoli al giorno, non si possono proprio seguire, neanche per uno che li legge ogni giorno (figuriamoci uno come me che li legge solo il fine settimana, se ci riesce); preferisco di gran lunga chi scrive articoli seri anche raramente.
    Ad esempio io scrivo un articolo alla settimana, ma lo curo bene, non ho la fobia di scrivere articoli velocemente per fare numero, non mi importa, forse ne pago le conseguenze, ma va bene così.

  2. felipe Says:

    Ciao Andrea

    Beh, grazie per il «famoso» :D
    Io ho saltato del tutto il passaggio di Pipes (ma lo avevo preso in considerazione) perché introduce una latenza inaccettabile.

    Per superare anche il passaggio dalla moderazione potresti sperimentare con qualche plugin di autotagging per wordpress, io avevo cominciato a taggare da reader ma poi ho capito che stavo per snaturare gli espresso con troppi orpelli ^^

    Se ti va di discutere della faccenda mi trovi su jabber :)

  3. Andrea Romagnoli Says:

    felipe scrive:

    Ciao Andrea

    Beh, grazie per il «famoso»

    Grazie a te per il commento! ;) A dire il vero in questo “esperimento” (lo considero tale, per questo sto usando un sottodominio) sto incontrando un po’ di “difficoltà” (feedwordpress, appena vede che, per qualche ragione, si modifica il feed originale, mi “ripubblica” i post - rimettendoli nelle bozze).

    Grazie anche per le dritte sugli altri plugin, adesso cerco ;)

    felipe scrive:

    Se ti va di discutere della faccenda mi trovi su jabber :)

    Ok :)

Leave a Reply


SMS Gratis